crusca

Bastoncini di crusca: dieta e proprietà

I ricercatori dell’Università del Massachussetts hanno reso noto su una rivista scientifica di Medicina interna i benefici legati al consumo quotidiano di fibre. In effetti, come sostenere il contrario ? Le fibre costituiscono un elemento di fondamentale importanza per il nostro organismo.

Insieme alla frutta, verdura e cereali costituiscono degli elementi importanti per il nostro organismo perché consentono di abbassare la pressione e gestire anche la c.d. “insulino – resistenza” uno dei fattori che può comportare un diabete di tipo 2.

La crusca non è nient’altro che una parte derivata dalla farina di frumento, orzo, segale, avena e altri cereali e costituita in gran parte dai tegumenti esterni dei semi.

Perché è così importante. Basta dare un’occhiata ai valori nutrizionali e si scopre subito che è ricca di proteine, minerali e vitamine. In particolare, sono presenti minerali quali Ferro, Magnese, zinco ecc. A livello vitaminico è importante la presenza di vitamine B3, B6 e B1.

Le caratteristiche della fibra si riscontrano anche nella dieta. Essendo un alimento con basso valore di nutrimento e alto contenuto di fibre induce un senso di sazietà maggiore pur avendo pochissime calorie.

Ideale anche per coloro che soffrono di stitichezza. Favorendo la mobilità intestinale la crusca permette di ammorbidire le feci grazie all’assorbimento dell’acqua e favorisce il processo di defacazione.